Allievi '03

ALLENAMENTI: 
MARTEDI’ 19.30 – 21.00 – ORATORIO SAN LUIGI 
VENERDI’ 19.00 – 20.30 – ORATORIO SAN LUIGI
ALLENATORI: 
SALVATORE URBANO – MAURIZIO VALENTE
squadra_calcio calendario_calcio risultati_calcio

S’interrompe la striscia positiva della Seconda Categoria. L’Atletico Cinisello rimonta e vince 2-1

Foto squadra 5Non è bastato alla Seconda Categoria un rigore di Castelli per uscire indenne dalla tana dell’Atletico Cinisello. Col passare dei minuti i ragazzi hanno accusato la fatica delle tante partite ravvicinate giocate con gli stessi uomini ed hanno perso lucidità, commettendo due errori che sono valsi prima il pareggio e poi il sorpasso dei padroni di casa. La classifica resta comunque molto tranquilla, con la zona playoff irraggiungibile (-16) e la terzultima posizione sufficientemente distante per non spaventarsi (+12). Nel primo tempo sono stati i nostri a fare la partita, passando in vantaggio con un rigore conquistato da Spalletta e fallendo tante altre occasioni con lo stesso attaccante, Rossini e Gabiati (due volte). Nella ripresa è affiorata un po’ di stanchezza che li ha resi meno pimpanti, colpiti anche dalla sfortuna per i problemi fisici occorsi a Corona e Gabiati. A firmare il pareggio ci ha pensato Augliaro, bravo a sfruttare un errore difensivo per riequilibrare il risultato. Poco più tardi Spalletta ha avuto la grande occasione per riportarci avanti ma, dal dischetto del rigore, non ha inquadrato lo specchio della porta. Nel finale Augliaro ha trovato una preziosa doppietta che è valsa i tre punti per la sua squadra, ora a +10 sulla zona playout. Insoddisfatto mister Cavallaro al termine dell’incontro: “Era una partita che potevamo e dovevamo fare nostra. Sono arrabbiato per come abbiamo gestito la gara, ma so bene che stiamo giocando ogni tre giorni sempre con gli uomini contati. Domenica (domani, ndr) con l’Afforese sarà una sfida molto difficile, anche perché loro stanno attraversando un gran momento di forma ed hanno appena vinto 4-0 sul campo della capolista”. Domani alle 14:30 i ragazzi proveranno a cancellare subito questo ko, sgambettando una formazione in lotta per i playoff. All’andata bastò un gol di Rizza (autogol di Ballabio) per regalare i tre punti ai gialloblu, ridotti in nove uomini e graziati più volte dai nostri attaccanti.

Gabiati segna, Ballabio para: la Seconda Categoria fa suo il derby! Pro ko 1-0

Osal - Pro NovateUltimamente non porta molta fortuna alla Pro Novate il campo del San Luigi: un anno fa, Ottolina decise il derby in nostro favore con un gol allo scadere; domenica, Marelli ha sciupato il rigore del pareggio in pieno recupero. A far festa sono stati i ragazzi di Michael Cavallaro, giunti alla quarta vittoria consecutiva, la sesta nelle ultime sette giornate. Grazie a questa vittoria siamo risaliti in nona posizione. Di fronte ad una tribuna gremita con oltre duecento spettatori, il mister ha schierato la squadra con un 4-3-3 molto difensivo, evidentemente preoccupato di neutralizzare il miglior attacco del campionato: Ballabio; Lavezzo, Carbotti, Passerini, Saliva; Corona, Castelli, Gaspari; Brioschi, Rossini, Gabiati. I ragazzi hanno manifestato fin dai primi minuti l’intento di coprirsi per poi provare a colpire in contropiede, forse memori della partita d’andata in cui alla mezz’ora si trovarono già sotto per 3-0. Sul versante opposto, la Pro Novate ha cercato di giocare il suo tipico calcio basato sul fraseggio e le triangolazioni, ma una volta arrivata ai venti metri si è sempre schiantata sul nostro muro. A sbloccare la sfida ci ha pensato Gabiati: il tiro da fuori area, deviato dalla spalla di un difensore, ha assunto una traiettoria beffarda che si è insaccata dopo aver baciato la traversa. Prima dell’intervallo Cavallaro è stato costretto a ridisegnare la formazione a causa dell’infortunio di Carbotti. L’ingresso di Valentini ha portato al passaggio al 4-3-1-2, con quest’ultimo in posizione di trequartista alle spalle della coppia Rossini-Brioschi e l’arretramento di Gabiati nel ruolo di terzino sinistro. La ripresa ha seguito lo stesso copione, con gli ospiti a fare la partita e i nostri a cercare di ripartire in contropiede. La palla buona per il pareggio l’ha avuta Marelli al 52’, il cui tiro dal limite dell’area piccola è stato respinto coi piedi da Ballabio. Tre minuti più tardi la risposta dei ragazzi: azione travolgente di Brioschi sulla sinistra e cross al centro per Rossini, anticipato da una chiusura provvidenziale di Cassani. Al 64’ Pro Novate ancora vicina al pareggio con un destro al volo di Calligaris, subentrato a Reccagni, che ha sfiorato il palo. Col passare dei minuti la pressione dei rossoblu si è fatta più consistente, ed al 71’ solo il palo ha negato il gol a Rondinella, arrivato in spaccata su un cross di Taverna. Nell’ultimo quarto d’ora Oroso si è giocato anche la carta Leuci, togliendo Poletto e passando al 3-4-3. Il cambio ha chiaramente sbilanciato i suoi, che hanno rischiato su un paio di ripartenze, ma prima Valentini, poi Spalletta (due volte) e infine Gabiati non hanno trovato il colpo del ko. In pieno recupero l’episodio più importante: Rondinella è stato atterrato in area da Lavezzo procurando agli ospiti un calcio di rigore. Sul dischetto si è presentato Marelli, capace di realizzare la bellezza di undici gol nelle ultime undici partite, che ha calciato forte ma centrale trovando la respinta di Ballabio. Sul pallone vagante si è catapultato nuovamente Marelli, ma sulla sua strada ha trovato un altro grande riflesso del nostro numero uno, che si è ripetuto subito dopo anche sul terzo tentativo, stavolta del neoentrato Denora. Il triplice fischio dell’arbitro dopo 6’ di recupero ha fatto esplodere il pubblico del San Luigi e ha dato il via alla meritata festa dei ragazzi, capaci di soffrire per raggiungere una vittoria che riscatta parzialmente una prima metà di stagione molto deludente. Non può che essere soddisfatto mister Cavallaro: “I miei giocatori hanno saputo soffrire dal primo all’ultimo minuto, creando grossi problemi ad una delle squadre più forti del campionato. Nonostante fossimo rimaneggiati abbiamo saputo tener botta agli avversari, che ci hanno messo in difficoltà con un ottimo fraseggio. Ora godiamoci questa vittoria insieme ad una cornice di pubblico stupenda, che ci ha spinto per tutta la partita. Regalargli una vittoria nel derby per noi è motivo d’orgoglio”. Domani si tornerà già in campo per la ventiseiesima giornata: la squadra, in grande emergenza (out anche Carbotti e Brioschi), farà visita all’Atletico Cinisello, formazione in grande difficoltà che ha conquistato appena 4 punti nelle ultime 10 partite. All’andata finì 2-2 con le doppiette di Rossini e Gagliano. Ci auguriamo di riuscire a conservare l’imbattibilità in questo girone di ritorno.

Seconda categoria, espugnato anche il centro Mascagni: 1-2. Domenica derby con la Pro

mdeNon poteva esserci modo migliore per presentarci al derby di domenica con la Pro Novate: espugnando il campo del Mascagni, i ragazzi hanno centrato la quinta vittoria nelle ultime sette giornate. Una serie positiva che ci ha permesso di uscire dalle zone calde della classifica e ci consentirà di giocare la stracittadina senza pressioni. Il successo è maturato nel primo tempo, grazie alle reti di Rossini, che ha beffato il portiere con un pallonetto, e Brioschi, servito perfettamente da Spalletta. Nel mezzo i padroni di casa hanno sciupato un calcio di rigore, concesso per fallo di Ballabio in uscita, angolando troppo il tiro che si è stampato sul palo interno. Inutile la ribattuta in rete da parte del tiratore, col gol che è stato annullato per fuorigioco. Nella seconda frazione ci siamo sono chiusi a riccio faticando a ripartire, con i giocatori molto stanchi e appena due cambi in panchina per dare forze fresche. Tuttavia il forcing del Mascagni ha prodotto solamente la marcatura di Obeng, inutile ai fini del risultato. Michael Cavallaro non nasconde la preoccupazione in vista del derby: “Già prima di entrare in campo avevo comunicato ai ragazzi che sarebbe stata una partita complicata, essendo la terza in una settimana da disputare con gli uomini contati. Domenica affronteremo una squadra che sta viaggiando su ritmi altissimi fin dall’inizio del campionato, il che la rende ovviamente favorita. Noi abbiamo tantissime assenze ma proveremo a creargli dei problemi vendendo cara la pelle. Per fare risultato servirà la gara perfetta”. Domenica, alle 14:30, i ragazzi proveranno a sfruttare il fattore campo per ostacolare la rincorsa dei cugini alla Baranzatese. All’andata prevalse la Pro Novate per 4-2 grazie alle reti di Scavetta, R. Sarno (doppietta) e Marelli. A noi non bastarono i gol di Valentini e Gabiati per uscire indenni dal Torriani.

Seconda categoria: che impresa a Palazzolo! Un rigore di Brioschi vale i tre punti

Foto squadra 5L’importanza del morale per una squadra di calcio l’ha dimostrata la nostra seconda categoria quest’anno: una formazione che nel girone d’andata si è completamente bloccata conquistando solo 7 punti in 14 giornate, periodo in cui ha realizzato appena 11 gol, e che raccogliendo due successi consecutivi si è magicamente trasformata vincendo 4 delle ultime sei partite, gare in cui ha segnato la bellezza di 14 reti. L’ultima meraviglia è stata l’impresa compiuta sul campo del Palazzolo, compagine che dall’inizio del campionato è sempre rimasta stabilmente in zona playoff. Questa serie positiva ci ha permesso di risalire all’undicesimo posto e di scacciare i fantasmi di una pericolosa lotta per non retrocedere: con 9 lunghezze di vantaggio sui Gunners e 17 sul Bresso, la salvezza dovrebbe ormai essere una formalità. Anzi, si può realisticamente parlare di rimpianti per i tanti punti buttati via nella prima parte del campionato che impediscono ai ragazzi di cullare il sogno di raggiungere la postseason. Nonostante la partita si sia messa subito in salita per in nostri che, già rimaneggiati, hanno perso Catanzaro per infortunio dopo una manciata di minuti, la squadra ha dimostrato una compattezza granitica invidiabile che le ha permesso di reggere l’urto delle offensive padernesi. Nel primo tempo il Palazzolo ha provato a fare la partita ma si è reso pericoloso solo su palla inattiva, sfruttando la grande fisicità dei suoi giocatori per impensierire la nostra difesa. Ad inizio ripresa l’episodio che ha deciso il match: Brioschi, entrato in area dalla sinistra, è stato atterrato dal difensore. L’arbitro non ha avuto dubbi indicando il dischetto, dove si è presentata la stessa ala che ha spiazzato il portiere. A quel punto i padroni di casa hanno provato ad accelerare i tempi per evitare una sconfitta che li vede allontanarsi dal secondo posto. L’intensità della gara è ulteriormente e a farne le spese è stato Castelli, espulso a metà ripresa per somma di ammonizioni. Nonostante l’inferiorità numerica, la squadra non si è limitata ad aspettare gli avversari ed ha costruito due ghiotte occasioni per chiudere i conti, fallite da Brioschi e Rossini. Il Palazzolo ci ha provato fino all’ultimo sfiorando il gol-beffa proprio nel finale, ma al triplice fischio la festa è stata tutta dei nostri ragazzi. “Direi che abbiamo meritato la vittoria per come abbiamo saputo soffrire e lottare da squadra anche in inferiorità numerica”, il commento di mister Cavallaro. “Purtroppo eravamo rimaneggiati e l’infortunio di Catanzaro ha peggiorato subito la situazione. Adesso proveremo ad allungare la striscia positiva sul campo del Mascagni per vendicarci dei tre schiaffi che ci hanno rifilato all’andata, anche se non sarà facile perché si tratterà della terza partita in una settimana”. Domani alle 14:30 affronteremo in trasferta un Mascagni in crisi, avendo conquistato solamente due punti nelle ultime sei giornate ed essendo stato risucchiato nelle zone calde della classifica. All’andata i senaghesi espugnarono il San luigi per 3-0 grazie alla doppietta di Mari, che con 16 reti occupa il terzo posto nella classifica marcatori, ed al gol di Lavezzari. In stagione, però, c’è anche un precedente confortante per noi: all’esordio in Coppa Lombardia rifilammo agli avversari una sonora cinquina.

Si rafforza sempre di più la collaborazione tra Osal e Atalanta

Osal davanti a ZingoniaMolti atleti e genitori, quando abbiamo presentato l’affiliazione ad Atalanta nello scorso giugno, non hanno subito compreso le grandi potenzialità di questo accordo per la crescita Osal nell’interesse di offrire ai nostri bimbi il servizio migliore possibile. Adesso, dopo sette mesi di collaborazione sempre più stretta, i risultati sono sotto gli occhi di tutti confermando la lungimiranza dei dirigenti del settore calcio. Piccoli Osal a ZingoniaL’affiliazione è stata apprezzata in primo luogo proprio dai nostri piccoli calciatori che, in diverse occasioni, si sono alternati al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia per allenamenti e amichevoli con i pari età della formazione orobica. A settembre la squadra dei “giovanissimi”, dopo aver sfidato i nerazzurri, ha avuto anche l’opportunità di assistere alla partita di serie A disputata dagli uomini di Gasperini contro il Torino. Tra novembre e gennaio, inoltre, ben 12 ragazzi delle categorie pulcini ed esordienti sono stati invitati per allenarsi insieme alle giovanili atalantine. Quadrangolare a ZingoniaL’ultimo evento si è svolto lo scorso fine settimana: al sabato sono stati i bambini del 2012 ad esibirsi, peraltro con ottimi risultati, in partitelle a 5 contro i pari età nerazzurri ed altre squadre affiliate; la domenica, invece, tutto il gruppo del 2008 ha sfidato le due squadre nerazzurre della categoria “pulcini”. Nelle prossime settimane, inoltre, sono già in programma altre sfide che vedranno protagonisti gli “esordienti” (2007), i “pulcini” (2009), i “piccoli amici” (2010) e i “primi calci” (2011). Ma i primi a scendere in campo a Zingonia saranno gli “allievi” (2003), che il 5 marzo sfideranno i 2004 dell’Atalanta che disputano il campionato nazionale. Programma didattico allenatoriMa i beneficiari dell’affiliazione non sono stati solamente i piccoli: anche il nostro staff tecnico, infatti, ha potuto usufruire di un corso di aggiornamento composto da otto lezioni teoriche in aula (le ultime due si terranno a marzo e aprile) e tre sedute pratiche, nelle quali hanno potuto visionare sul campo gli allenamenti delle formazioni “primavera” e “allievi” dell’Atalanta. A certificare il successo di questa collaborazione sono direttamente i responsabili del progetto, costantemente in contatto coi responsabili delle giovanili nerazzurre: “Siamo contenti soprattutto perché i feedback che arrivano da atleti e genitori sono molto positivi, sintomo che le iniziative proposte sono apprezzate. Purtroppo in alcune circostanze non abbiamo potuto portare a Zingonia l’intera squadra, ma abbiamo dovuto scegliere un numero limitato di atleti su richiesta di Atalanta. Questo ci ha portato a ruotare le “convocazioni” tra i ragazzi, scelti dal direttore tecnico, ritenuti in grado di sostenere questo impegno gravoso. Anche in futuro continueremo a seguire questo metodo che ci consentirà di portare, almeno una volta, tutti i ragazzi ad allenarsi coi loro pari età di una società così importante”. Bambini Osal a ZingoniaOltre a quelle elencate in precedenza sono già in programma altre iniziative per i prossimi mesi: “Abbiamo ricevuto un invito al loro campus, che si terrà a metà giugno a San Pellegrino, per le squadre 2008 e 2009. Inoltre mi hanno informato che nei prossimi mesi riceveremo diverse visite di osservatori Atalanta a per visionare le partite delle nostre squadre in maniera continuativa. Voglio poi sottolineare che uno dei nostri ragazzi, Andrea Di Palma (2007), ha già attirato le attenzioni degli scout bergamaschi che domenica scorsa l’hanno convocato per una partita che gli “esordienti” nerazzurri hanno giocato contro la Reggiana. Encomiabile il comportamento di Andrea che, terminata la partita, ha mangiato di corsa un panino per poi correre a Novate per scendere in campo insieme ai suoi compagni”. Amichevole Osal Atalanta L’affiliazione ha durata di un anno e scadrà a fine giugno, ma i responsabili non hanno dubbi sul proseguimento della collaborazione: “Da parte nostra il rinnovo avverrà in maniera automatica. Successivamente Atalanta si riserva di valutare l’operato delle varie società affiliate. L’anno scorso hanno scelto di interrompere la collaborazione con 20 di queste selezionandone 10 nuove tra quelle che avevano presentato la richiesta. Tutti i segnali ricevuti finora ci fanno pensare che questo legame proseguirà: il rinnovo lo do abbastanza per scontato”.

Prosegue la striscia positiva della Seconda Categoria: 2-0 a Cassina Nuova. Stasera il recupero col Palazzolo

hdrVittoria di grande valore per la seconda categoria, che domenica ha sbancato il difficile campo del Cassina Nuova grazie ad un’ottima prova di tutta la squadra. In classifica, la vittoria ci consente di risalire al dodicesimo posto, dove mancavamo dalla nona giornata, scavalcando Niguarda e Mascagni, sconfitte rispettivamente da San Giorgio e Baranzatese. Mister Cavallaro ha schierato i suoi col 4-3-3: Ballabio; Lavezzo, Carbotti, Passerini, Gabiati; Valentini, Castelli, Corona; Rossini, Catanzaro, Brioschi. I ragazzi sono partiti subito col piglio giusto mettendo in difficoltà i padroni di casa, sorpresi dalla nostra aggressività. Il gol del vantaggio è arrivato sugli sviluppi di una palla inattiva con una deviazione in mischia, probabilmente da attribuire ad un difensore avversario. Il primo tempo ci ha visto non riuscire a sfruttare tante altre occasioni con Rossini, Brioschi e Catanzaro. Nella ripresa, invece, la squadra si è preoccupata più di abbassare i ritmi gestendo bene il possesso palla, e intorno al 60’ ha trovato il gol che ha chiuso i conti grazie a Rossini. Un Cavallaro molto soddisfatto ha commentato così: “Dovevamo dare continuità agli ultimi risultati e ci siamo riusciti. I tre punti sono importanti, non solo per la classifica ma anche per il morale. I ragazzi hanno disputato una grande partita, dimostrando acume tattico e non concedendo nulla agli avversari. Stasera proveremo a fare risultato anche a Palazzolo, nonostante sappiamo che sono una squadra forte, attrezzata per salire di categoria, che tra le mura amiche non regala mai niente”. Alle 21:00 i ragazzi sfideranno in trasferta il Palazzolo nel recupero della 21° giornata, partita rinviata due settimane fa a causa della nevicata che aveva reso il campo impraticabile. All’andata s’imposero i padernesi, grazie ad un gol in mischia di Fedeli che aveva risolto una gara molto combattuta. Stasera proveremo a rifarci sfruttando l’ottimo momento di forma che ha fruttato la bellezza di 11 punti nelle ultime 5 giornate.