La Serie C supera Aba Legnano 82-73. Stasera a Luino scontro diretto per i playoff

Osal - Legnano 2Domenica scorsa la Serie C ha conquistato, contro Aba Legnano, una vittoria fondamentale per presentarsi nella miglior situazione di classifica possibile agli scontri diretti che l’attendono nel prossimo mese. Nelle prossime quattro giornate, infatti, il calendario ci metterà di fronte a Luino, Olympia Voghera, Marnatese e Cerro Maggiore. Attualmente i ragazzi di coach Beneggi sono al terzo posto, a due sole lunghezze dalla coppia di testa formata da Varedo e Cerro.

Contro Legnano la squadra è riuscita a mantenere il controllo della partita aumentando costantemente il proprio vantaggio, anche se gli ospiti sono stati bravi a ricucire in un paio di circostanze impedendoci di scappare in maniera definitiva. Quando gli avversari si sono riportati minacciosamente a -4 all’inizio dell’ultimo quarto, però, i ragazzi hanno saputo dettare il ritmo della gara, elemento che gli ha permesso di non andare mai in sofferenza nonostante le rotazioni molto ridotte. A livello tattico ha fatto la differenza, specialmente nel primo tempo, la nostra capacità di sfruttare il grande vantaggio fisico sotto canestro. Quattro i giocatori che hanno chiuso in doppia cifra: Ripamonti (20), Sala (19), Casciano (16) e Gorla (11).

Roberto Beneggi è rimasto soddisfatto della prestazione dei suoi: “A dispetto della differenza in classifica è stata una partita vera, esattamente come mi aspettavo. Stiamo salendo di condizione e questo mi fa ben sperare per il finale di campionato”.

Stasera i ragazzi affronteranno la dura trasferta di Luino, probabilmente la peggiore da un punto di vista logistico oltre che per il valore dell’avversario. All’andata s’imposero i varesini per 82-78. “Sono una squadra che ho sempre reputato tra le più forti, almeno come quintetto base. In più, ha saputo tenere botta quando ha subito alcuni infortuni pesanti, dimostrando di valere la prima fascia del campionato. Dovremo prestare particolare attenzione a giocatori di primo livello come Gardini, Moalli, Spertini e Dejace. All’andata non avevamo disputato una buona partita: seppur quasi al completo dovevamo ancora trovare i nostri equilibri”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail