La serie C vince gara 1 in volata. Stasera a Ome per chiudere i conti

OSAL OMEPartita dalle mille emozioni e con un finale palpitante quella disputata sabato sera in Cornicione contro Ome. Il match, che ha aperto la serie di semifinale playoff di C silver, ha visto i nostri conquistare una preziosa vittoria soltanto grazie a un canestro di Cigada a 11 secondi dalla sirena, dopo che gli ospiti avevano per larghi tratti condotto nel punteggio. In caso di bis questa sera al Giordani, i ragazzi affronteranno in finale Social Osa, che ha eliminato a sorpresa Lions Del Chiese con un netto 2-0.

Dopo un 5-0 di parziale a nostro favore, coach Pogliani ha chiamato subito timeout stupendo gran parte del pubblico presente. La risposta dei suoi gli ha dato ragione, con un controbreak di 1-12 che gli ha permesso di prendere in mano le redini del match. Da quel momento il punteggio è variato costantemente ad elastico, con i ragazzi di Beneggi che solo in un paio di circostanze sono riusciti a mettere la testa avanti di uno/due punti, tenuti in partita da un’ottima prova di Torriani (11 punti), Casciano (9) e Ripamonti (13).

La formazione bresciana, trascinata da un grande Bianchi (22) e dalle folate di Asamoah (12), ha iniziato a credere fortemente al colpaccio dopo essersi portata avanti di 5 lunghezze a due minuti dal termine (52-57). Risultato che avrebbe avuto del clamoroso, almeno a leggere le statistiche delle due squadre riferite alla regular season: noi 80% di vittorie in casa, Ome solo 20% in trasferta. Nel momento più difficile è uscito il cuore biancoverde, con le giocate decisive dei due giocatori che fino a quel momento avevano più tradito le attese: Cigada, che con due canestri, tra cui quello del sorpasso, ci ha portato avanti; Sala (0 punti), ancora non in perfette condizioni, che sull’ultimo possesso ha sporcato il passaggio verso Asamoah, costringendo l’avversario a prendere un tiro fuori equilibrio terminato abbondantemente corto sul primo ferro.

Roberto Beneggi si gode la vittoria, pur con la consapevolezza che sarà una serie tutt’altro che scontata: “abbiamo vinto con le unghie e con i denti una partita molto intensa e difficile sia sul piano fisico, sia su quello emotivo. Loro ci hanno messo in difficoltà, si sono rivelati esattamente come me li aspettavo: una squadra tosta che gioca una bella pallacanestro. Ora pensiamo a gara due anche se non sarà facile fare risultato sul loro campo. Quantomeno ci siamo conquistati il diritto di tornare qui per giocare gara 3, e con questo pubblico non è un dettaglio”.

Stasera alle 21:00 andrà in scena gara 2. In caso di vittoria, i ragazzi chiuderebbero la serie conquistando la seconda finale playoff consecutiva, altrimenti si tornerà in Cornicione domenica per la sfida decisiva. Sbancare Ome sarà difficilissimo: Bianchi e compagni hanno costruito tra le mura amiche la propria classifica, vincendo ben 12 partite su 15 e battendo, unica a riuscirci, anche la corazzata Lumezzane.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail