Si rafforza sempre di più la collaborazione tra Osal e Atalanta

Osal davanti a ZingoniaMolti atleti e genitori, quando abbiamo presentato l’affiliazione ad Atalanta nello scorso giugno, non hanno subito compreso le grandi potenzialità di questo accordo per la crescita Osal nell’interesse di offrire ai nostri bimbi il servizio migliore possibile. Adesso, dopo sette mesi di collaborazione sempre più stretta, i risultati sono sotto gli occhi di tutti confermando la lungimiranza dei dirigenti del settore calcio.

Piccoli Osal a ZingoniaL’affiliazione è stata apprezzata in primo luogo proprio dai nostri piccoli calciatori che, in diverse occasioni, si sono alternati al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia per allenamenti e amichevoli con i pari età della formazione orobica. A settembre la squadra dei “giovanissimi”, dopo aver sfidato i nerazzurri, ha avuto anche l’opportunità di assistere alla partita di serie A disputata dagli uomini di Gasperini contro il Torino. Tra novembre e gennaio, inoltre, ben 12 ragazzi delle categorie pulcini ed esordienti sono stati invitati per allenarsi insieme alle giovanili atalantine.

Quadrangolare a ZingoniaL’ultimo evento si è svolto lo scorso fine settimana: al sabato sono stati i bambini del 2012 ad esibirsi, peraltro con ottimi risultati, in partitelle a 5 contro i pari età nerazzurri ed altre squadre affiliate; la domenica, invece, tutto il gruppo del 2008 ha sfidato le due squadre nerazzurre della categoria “pulcini”. Nelle prossime settimane, inoltre, sono già in programma altre sfide che vedranno protagonisti gli “esordienti” (2007), i “pulcini” (2009), i “piccoli amici” (2010) e i “primi calci” (2011). Ma i primi a scendere in campo a Zingonia saranno gli “allievi” (2003), che il 5 marzo sfideranno i 2004 dell’Atalanta che disputano il campionato nazionale.

Programma didattico allenatoriMa i beneficiari dell’affiliazione non sono stati solamente i piccoli: anche il nostro staff tecnico, infatti, ha potuto usufruire di un corso di aggiornamento composto da otto lezioni teoriche in aula (le ultime due si terranno a marzo e aprile) e tre sedute pratiche, nelle quali hanno potuto visionare sul campo gli allenamenti delle formazioni “primavera” e “allievi” dell’Atalanta.

A certificare il successo di questa collaborazione sono direttamente i responsabili del progetto, costantemente in contatto coi responsabili delle giovanili nerazzurre: “Siamo contenti soprattutto perché i feedback che arrivano da atleti e genitori sono molto positivi, sintomo che le iniziative proposte sono apprezzate. Purtroppo in alcune circostanze non abbiamo potuto portare a Zingonia l’intera squadra, ma abbiamo dovuto scegliere un numero limitato di atleti su richiesta di Atalanta. Questo ci ha portato a ruotare le “convocazioni” tra i ragazzi, scelti dal direttore tecnico, ritenuti in grado di sostenere questo impegno gravoso. Anche in futuro continueremo a seguire questo metodo che ci consentirà di portare, almeno una volta, tutti i ragazzi ad allenarsi coi loro pari età di una società così importante”.

Bambini Osal a ZingoniaOltre a quelle elencate in precedenza sono già in programma altre iniziative per i prossimi mesi: “Abbiamo ricevuto un invito al loro campus, che si terrà a metà giugno a San Pellegrino, per le squadre 2008 e 2009. Inoltre mi hanno informato che nei prossimi mesi riceveremo diverse visite di osservatori Atalanta a per visionare le partite delle nostre squadre in maniera continuativa. Voglio poi sottolineare che uno dei nostri ragazzi, Andrea Di Palma (2007), ha già attirato le attenzioni degli scout bergamaschi che domenica scorsa l’hanno convocato per una partita che gli “esordienti” nerazzurri hanno giocato contro la Reggiana. Encomiabile il comportamento di Andrea che, terminata la partita, ha mangiato di corsa un panino per poi correre a Novate per scendere in campo insieme ai suoi compagni”.

Amichevole Osal Atalanta

L’affiliazione ha durata di un anno e scadrà a fine giugno, ma i responsabili non hanno dubbi sul proseguimento della collaborazione: “Da parte nostra il rinnovo avverrà in maniera automatica. Successivamente Atalanta si riserva di valutare l’operato delle varie società affiliate. L’anno scorso hanno scelto di interrompere la collaborazione con 20 di queste selezionandone 10 nuove tra quelle che avevano presentato la richiesta. Tutti i segnali ricevuti finora ci fanno pensare che questo legame proseguirà: il rinnovo lo do abbastanza per scontato”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail